background
Logo name
image1 image2 image3 image4

UNA nuova filiera ambientale

 

Uomo Natura Ambiente nasce con l’obiettivo di unire lo sforzo di soggetti con storie e identità diverse per trovare un nuovo equilibrio tra uomo e ambiente, basato sulla legalità e capace di generare nuove opportunità per l’economia e l’occupazione.

 

L’ambiente non è un luogo comune e per difenderlo e valorizzarlo bisogna uscire dai luoghi comuni e immaginare nuove alleanze, in cui tutti i soggetti coinvolti lavorano insieme attraverso progetti concreti.

Questo percorso è stato avviato. Si tratta della Filiera Ambientale che nasce con l’obiettivo di unire lo sforzo di soggetti con storie e identità diverse: associazioni provenienti dal mondo ambientalista, dei parchi, dai settori agricolo, venatorio e universitario insieme per trovare un nuovo equilibrio tra uomo e ambiente, basato sulla legalità e capace di generare nuove opportunità per l’economia e l’occupazione. Anche la figura del cacciatore deve trovare una nuova posizione e rispondere ad esigenze diverse. Altrimenti, è scontato che continuerà a rimanere oggetto di campagne in grado di lederne l’immagine.

L’ambiente in cui viviamo influenza fortemente abitudini e stili di vita, e fattori come cambiamenti climatici, inquinamento, incuria, illegalità diffusa e spreco delle risorse stanno progressivamente accrescendo il distacco tra la popolazione e i territori che abita, ponendo le basi per un inevitabile peggioramento della qualità complessiva di vita di tutti.

In tale contesto, la Filiera Ambientale, nel rispetto di storie ed identità diverse, intende promuovere una cultura ambientale sistemica in cui ciascuno dei soggetti coinvolti possa apportare il proprio contributo.

In questo nuovo percorso, il mondo venatorio gioca un ruolo chiave nella gestione faunistica, così come riconosciuto anche dalla Commissione europea e come dimostrano esperienze di governance in Paesi esteri: nel monitoraggio del benessere del territorio, nella gestione delle specie aliene, nella prevenzione dei danni all’agricoltura.

Con la Filiera Ambientale si scrive un nuovo racconto per l’Italia, in cui il mondo venatorio acquisisce finalmente un ruolo chiave nella costruzione di un virtuoso equilibrio tra uomo e ambiente.

Con la Filiera Ambientale si scrive un nuovo racconto per l’Italia, nella costruzione di un virtuoso equilibrio tra uomo e ambiente, basato su 5 progetti concreti che scaturiscono dall’impegno e dall’alleanza fra ambienti culturali differenti: ambientalisti, agricoltori, comunità scientifiche universitarie ed associazioni venatorie. Messi da un lato i contrasti e le divergenze si è cercato, per una volta, di focalizzarsi su un problema vero e tangibile cioè quello di superare la sfiducia e la conflittualità sulla gestione del patrimonio naturale italiano in modo da proporre modelli di gestione condivisa che siano in grado anche di creare nuove opportunità economiche e generare occupazione sul territorio.

I 5 progetti:

 

  1. Insieme per l'Orso: Progetto a cura di Federparchi – Europarc Italia

Ha per oggetto la protezione dell’Orso Marsicano, il mammifero più in pericolo di estinzione fra quelli che hanno popolazioni presenti in Italia.

Clicca qui per continuare a leggere

 

  1. L’Europa della Fauna: Governance a confronto (GoFauna): Progetto a cura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali.

Ha per oggetto l’istituzione e la gestione sul territorio italiano, delle “ Aree di Controllo e di Valorizzazione della Selvaggina – (Aree CVS) “, mediante la collaborazione con Università ed Enti Pubblici appartenenti al contesto Europeo.

Clicca qui per continuare a leggere

 

  1. Carta d’identità degli ungulati selvatici: Progetto a cura di ISPRA, Legambiente, Federcaccia, Arcicaccia, AnuuMigratoristi.

Ha per oggetto la firma e l’implementazione di un accordo per il potenziamento e l’aggiornamento della BDU Banca dati ungulati selvatici nazionale.

Clicca qui per continuare a leggere

 

  1. Selvatici e buoni. Una filiera alimentare da valorizzare: Progetto a cura Dell’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo, in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Milano e la Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva.

Ha per oggetto sia attività di indagine scientifica sia attività pratiche volte alla creazione di una filiera alimentare dotata di normative nazionali per quanto riguarda i prodotti derivati dalle attività venatorie.

Clicca qui per continuare a leggere

 

  1. Agricoltura territoriale, valorizzazione della biodiversità e controllo della fauna selvatica: Progetto a cura dell’ Osservatorio sulla Criminalità nell’ Agricoltura e sul Sistema Agroalimentare.

Ha per oggetto la attuazione, nel contesto locale, di soluzioni in grado di diffondere buone pratiche e sistemi di produzione agro ecologici, di riproporre ambiti diretti alla promozione dei profili culturali tipici di ogni comunità, specialmente, legati all’alimentazione e di tradurli in occasione di nuove iniziative di reddito.

Clicca qui per continuare a leggere

 

 

 

2021  Uomo Natura Ambiente   Home | Insieme per lOrso | Quiz | Privacy | Cookies | Contatti |